NON PRATICARE E NON PREDICARE OLTRE CIO’ CHE E’ SCRITTO.DIO NON VUOLE CHE TOGLIAMO O AGGIUNGIAMO ALLA SUA PAROLA.Or, fratelli, queste cose le ho per amor vostro applicate a me stesso e ad Apollo, onde per nostro mezzo impariate a praticare il `non oltre quel che è scritto’; affinché non vi gonfiate d’orgoglio esaltando l’uno a danno dell’altro.1 Corinzi 4:6.

SE QUALCHE “pastore” o qualche”apostolo” o chiunque altro,ti dice,che il VELO non è importante metterlo,scappa via,sorelle scappate via,attieniti a ciò che dice la Bibbia:IL VELO: OGNI DONNA CHE PREGA O PROFETIZZA, SENZA AVERE IL CAPO COPERTO DA UN VELO,FA DISONORE AL SUO CAPO.OGNI UOMO CHE PREGA O PROFETIZZA A CAPO COPERTO ,FA DISONORE AL SUO CAPO. Corinzi 11:1 Siate miei imitatori, come anch´io lo sono di Cristo.2 Or io vi lodo perché vi ricordate di me in ogni cosa, e ritenete i miei insegnamenti quali ve li ho trasmessi.3 Ma io voglio che sappiate che il capo d´ogni uomo è Cristo, che il capo della donna è l´uomo, e che il capo di Cristo è Dio.
4 OGNI UOMO CHE PREGA O PROFETIZZA A CAPO COPERTO ,FA DISONORE AL SUO CAPO;(Il capo dell’uomo è Cristo) 5 MA OGNI DONNA CHE PREGA O PROFETIZZA, SENZ’AVERE IL CAPO COPERTO DA UN VELO,FA DISONORE AL SUO CAPO, ( il capo della donna è l´uomo,e siccome il capo dell’uomo è Cristo,al verso 12 sta scritto: Poiché, siccome la donna viene dall´uomo, così anche l´uomo esiste per mezzo della donna, e ogni cosa è da Dio.Il capo dell’uomo e il capo della donna è il Nostro Signore Gesù Cristo. ) perché è lo stesso che se fosse rasa.6 PERCHE’ SE LA DONNA NON SI METTE IL VELO, SI FACCIA ANCHE TAGLIARE I CAPELLI!MA SE E’ COSA VERGOGNOSA PER UNA DONNA IL FARSI TAGLIARE I CAPELLI O RADERE IL CAPO,SI METTA UN VELO.PERCHE’ SE LA DONNA NON SI METTE UN VELO,SI FACCIA ANCHE TAGLIARE I CAPELLI!
7 Poiché, quanto all´uomo, egli non deve velarsi il capo, essendo immagine e gloria di Dio; ma la donna è la gloria dell´uomo; 8 perché l´uomo non viene dalla donna, ma la donna dall´uomo; 9 e l´uomo non fu creato a motivo della donna, ma la donna a motivo dell´uomo.
10 Perciò la donna deve, a motivo degli angeli, aver sul capo un segno dell´autorità da cui dipende.
11 D´altronde, nel Signore, né la donna è senza l´uomo, né l´uomo senza la donna.
12 Poiché, siccome la donna viene dall´uomo, così anche l´uomo esiste per mezzo della donna, e ogni cosa è da Dio.
13 Giudicatene voi stessi: E´ egli conveniente che una donna preghi Iddio senz´esser velata? 14 La natura stessa non v´insegna ella che se l´uomo porta la chioma, ciò è per lui un disonore? 15 Mentre se una donna porta la chioma, ciò è per lei un onore; perché la chioma le è data a guisa di velo.
16 Se poi ad alcuno piace d´esser contenzioso, noi non abbiamo tale usanza; e neppur le chiese di Dio.Portare i capelli lunghi per una donna e’ un onore.Ma non sostituiscono il velo.Infatti :1 Corinzi 11:6 SE LA DONNA NON SI METTE IL VELO, SI FACCIA ANCHE TAGLIARE I CAPELLI!MA SE E’ COSA VERGOGNOSA PER UNA DONNA IL FARSI TAGLIARE I CAPELLI O RADERE IL CAPO,SI METTA UN VELO.PERCHE’ SE LA DONNA NON SI METTE UN VELO,SI FACCIA ANCHE TAGLIARE I CAPELLI!

 

SE QUALCHE “pastore” o qualche”apostolo” o chiunque altro,ti dice,che la DONNA può fare LA PASTORA,scappa via,attieniti a ciò che dice la Scrittura:SECONDO LA SCRITTURA,LA DONNA CRISTIANA NON PUO’ FARE LA “PASTORA”,PERCHE’ LA BIBBIA DICE:I Timoteo 3:1 Certa è questa parola: se uno aspira all´ufficio di vescovo, desidera un´opera buona.2 Bisogna dunque che il vescovo sia irreprensibile, MARITO DI UNA SOLA MOGLIE (NON MOGLIE DI UN SOLO MARITO) , sobrio, assennato, costumato, ospitale, atto ad insegnare, 3 non dedito al vino né violento, ma sia mite, non litigioso, non amante del danaro 4 che governi bene la propria famiglia e tenga i figliuoli in sottomissione e in tutta riverenza 5 (che se uno non sa governare la propria famiglia, come potrà aver cura della chiesa di Dio?), 6 che non sia novizio, affinché, divenuto gonfio d´orgoglio, non cada nella condanna del diavolo.7 Bisogna inoltre che abbia una buona testimonianza da quelli di fuori, affinché non cada in vituperio e nel laccio del diavolo.
Tito 1:5 Per questa ragione t´ho lasciato in Creta: perché tu dia ordine alle cose che rimangono a fare, e costituisca degli anziani per ogni città, come t´ho ordinato; 6 quando si trovi chi sia irreprensibile, MARITO DI UNA SOLA MOGLIE (NON MOGLIE DI UN SOLO MARITO), avente figliuoli fedeli, che non siano accusati di dissolutezza né insubordinati.7 Poiché il vescovo bisogna che sia irreprensibile, come economo di Dio; non arrogante, non iracondo, non dedito al vino, non manesco, non cupido di disonesto guadagno, 8 ma ospitale, amante del bene, assennato, giusto, santo, temperante, 9 attaccato alla fedel Parola quale gli è stata insegnata, onde sia capace d´esortare nella sana dottrina e di convincere i contraddittori.

 

 

NON PRATICARE E NON PREDICARE OLTRE CIO’ CHE E’ SCRITTO.DIO NON VUOLE CHE TOGLIAMO O AGGIUNGIAMO ALLA SUA PAROLA.Or, fratelli, queste cose le ho per amor vostro applicate a me stesso e ad Apollo, onde per nostro mezzo impariate a praticare il `non oltre quel che è scritto’; affinché non vi gonfiate d’orgoglio esaltando l’uno a danno dell’altro.1 Corinzi 4:6.ultima modifica: 2019-09-26T20:33:51+02:00da losermanu
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in ateismo, Attualita', cristianesimo, Cultura religiosa, evangelici, musica, omosessualità,pedofilia, opinioni, RITI E RITUALI e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento